I cookies ci aiutano a fornire i nostri servizi

AMMINISTRAZIONI CONDOMINIALI

Giupponi Rag. Filippo

OSSERVAZIONI SUL D.M. 140 DEL 13/08/2014

Decreto Ministero Giustizia, pubblicato su G.U. n. 22 del 24/09/2014

Il Decreto  Ministeriale che disciplina i criteri, le modalità e i contenuti dei corsi di formazione e di aggiornamento per gli amministratori di condominio sottolinea che tanto i corsi di formazione quanto quelli di aggiornamento diventano obbligatori.

I corsi che inizieranno a far data dal 9/10/2014 dovranno essere comunicati preventivamente al Ministero con apposita PEC che stanno predisponendo e vi sarà comunicata, con le relative indicazioni. L'Associazione può guardare compiaciuta alle proprie tradizioni, rilevando che il suo impegno costante per la formazione e per l’aggiornamento degli amministratori inizia un nuovo percorso riconosciuto finalmente dalle istituzioni, anche se restano da chiarire e regolamentare altre cose importanti.

Sin dagli anni settanta le grandi associazioni di amministratori professionisti, ANAI AIACI e poi diventata ANACI che ne è la legittima avente causa, ha fatto della formazione e dell’aggiornamento professionale degli amministratori uno dei pilastri della sua costituzione, ponendo al centro di ogni iniziativa i valori della formazione e dell’aggiornamento professionale, con l’obiettivo di elevare la figura dell’amministratore professionista.

Nell’iter dell’elaborazione del Decreto Ministeriale, ANACI ha avuto un ruolo nel processo di approfondimento della tematica segnalando, attraverso l’allora Presidente Nazionale Pietro Membri con il Vicario Francesco Burrelli, alcuni contributi scientifici e precisazioni che hanno trovato ascolto. ANACI è pronta alla sfida, perché

ANACI  E'  L’UNICA

associazione professionale di amministratori condominiali ed immobiliari italiana ad avere:

- il marchio collettivo ed il relativo regolamento d’uso ai sensi dell’art. 11 del “Codice della proprietà industriale” con la funzione di garantire le caratteristiche qualitative del servizio professionale offerto dai propri associati;

- la contemporanea iscrizione sia nell'elenco del Ministero dello Sviluppo Economico nella categoria delle associazioni professionali che rilasciano l'attestato di qualificazione professionale ai propri aderenti sia nell’elenco del Ministero di Giustizia di cui all’art. 26 del d.lgs. n. 206/2007 tra le associazioni rappresentative su base nazionale abilitate ad essere ascoltate sulle proposte di piattaforme comuni relative alle attività professionali non regolamentate;

- avere la Sede Nazionale Certificata ISO 9001:2008;

- un proprio Ente di Formazione MediANACI srl Certificato ISO 9001:2008 e il bilancio associativo certificato da primaria società di revisione esterna. Per ulteriori approfondimenti, www.anaci.it – Facebook ANACI-Pagina Ufficiale – Twitter ANACI Nazionale.

Allegati:
Scarica questo file (D.M. 140 del 13.08.2014.pdf)D.M. 140 del 13.08.2014[Decreto Ministero Giustizia n. 140]140 kB